Archivi tag: Stefano Cavassa

PODCAST #9: FOR SAMA, REFUGEE INFOBUS, IL VIETNAM A PIEDI NUDI

Nella puntata di Febbraio di Se Non Ora Quando- Il Podcast del Polo Positivo:

For Sama: La guerra spiegata a mia figlia! Waad Al-Kateab è una giornalista, attivista e regista siriana che documenta, dal 2011 al 2016, la rivolta di Aleppo contro il regime di Assad. Mentre il conflitto siriano si inasprisce, Waad si sposa e dà alla luce la piccola Sama per la quale decide di girare un documentario per spiegarle la guerra nel loro paese e i motivi della scelta di restare, al costo di mettere in pericolo le loro vite.

link articolo di @ElisaLacicerchia

Link trailer: https://www.youtube.com/watch?v=WXeNGO-JOLo

Refugee InfoBus: supportare i rifugiati in movimento! È un’organizzazione che nasce nel 2016 dopo la distruzione della giungla di Calais, il grande campo rifugiati situato in quella zona. Un gruppo di avvocati e mediatori culturali hanno deciso di creare un servizio da distribuire, in cui forniscono ai migranti informazioni legali sul sistema di richiesta d’asilo e molto altro. 

Link articolo di @AdeleDePaquale

Sito web: https://www.refugeeinfobus.com/

Il Vietnam a piedi nudi. Questo articolo è un racconto della rubrica del Polo Racconti, sotto il settore Polo creativo sul nostro sito. Gaia ci trasmette le emozioni e le sensazioni del suo viaggio in Vietnam attraverso un dettagliato racconto. 

Link articolo @GaiaBugamelli

Andate ad esplorare la nostra sezione racconti dove @MishelMantilla @TommasoMerati e @GaiaBugamelli ci regalano emozioni. 

E tu dove vorresti andare appena sarai più libero di Viaggiare?

Seguiteci per non perdervi neppure una puntata e recensite il Podcast, così potremo migliorare di puntata in puntata! Se volete, scriveteci anche su instagram a @ilpolopositivo: lasciateci proposte, domande e spunti. Ne parleremo nelle prossime puntate.

Potete ascoltare il podcast qui sul sito oppure cercandolo su Spotify, Apple Podcast, Overcast, Anchor, Breaker, Pocket Casts, Radio Public e su Google Podcast.

Podcast #8: Forage, Wovo, InSolitaria 2021

Nella puntata di novembre di Se Non Ora Quando – il podcast del Polo Positivo: 

Forage, il tirocinio dei propri sogni a portata di Click! Forage è una piattaforma online rivolta a studenti e laureati dove è possibile svolgere una simulazione di esperienze lavorative online in tutta sicurezza. A causa della ridotta mobilità tra i diversi Stati ma anche all’interno del proprio paese, i giovani rischiano di posticipare le proprie esperienze lavorative. Forage ha trovato una soluzione!

Link articolo di @ElenaAntognozzi 

Sito web del progetto: https://www.theforage.com/

WOVO, parliamo di sesso e di sessualità! Wovo non è solo uno store erotico nel centro di Milano, dove si possono comprare sex toys and lingerie ma  anche un posto dove parlare della propria sessualità, scoprire i suoi lati nascosti e ricevere informazioni e consigli. L’obiettivo delle ragazze è di fornire una consulenza personalizzata ai loro cliente e abbattere pregiudizi e stereotipi della nostra cultura riguardo l’eroticismo. 

Link articolo di @AdeleDePasquale 

Sito web: https://wovostore.com/

InSolitaria 2021 intervista ad Elia Origoni, un ragazzo di Varese classe 1991, di cui vi abbiamo già parlato raccontandovi del suo viaggo a piedi sull’arco alpino da Vienna a Genova, Solo Alps Project. A febbraio 2021 Elia partirà per una seconda impresa “InSolitaria 2021”, ovvero percorrere il sentiero Italia di 7000km solo con la forza delle sue braccia e delle sue gambe. Se avete curiosità ascoltate questa bellissima intervista e seguitelo lungo il suo viaggio come faremo noi!

Sito https://www.eliaorigoni.com/in-solitaria-2021/

Link articolo @TommiMerati 

Seguiteci per non perdervi neppure una puntata e recensite il Podcast, così potremo migliorare di puntata in puntata! Se volete, scriveteci anche su Instagram a @ilpolopositivo: lasciateci proposte, domande e spunti. Ne parleremo nelle prossime puntate.

Potete ascoltare il podcast qui sul sito oppure cercandolo su Spotify, Apple Podcast, Overcast, Anchor, Breaker, Pocket Casts, Radio Public e su Google Podcast.

Podcast#7: La Piccola Farmacia Letteraria, L’albero delle Storie (intervista), 900 Giovani

Nella puntata del mese di Ottobre di Se Non Ora Quando – Il Podcast del Polo Positivo: 

La Piccola Farmacia Letteraria, leggi che ti fa bene! Creata nel 2018 da Elena, la piccola farmacia letteraria è una libreria dove i libri sono venduti come medicine. I libri possono evocare in lettori diversi, emozioni diverse. A sostegno del progetto c’è un lavoro scientifico che permette di esporre ogni libro con il proprio bugiardino indicativo. 

Libri consigliati da noi: 

– “L’Alchimista” di Paulo Coelho, 1988, HarperCollins.

– “E venne chiamata due cuori..” di Marlo Morgan, 1990, BUR Biblioteca Univ.Rizzoli.

– “L’ultima lezione” di Randy Paush e Jeffrey Zaslow, 2008, Hyperion.

– “Naive.Super” di Erlend Loe, 1996, Iperborea.

Link all’articolo di @Tommaso Merati

Sito web del progetto

L’intervista a Davide Cerullo di L’albero delle storie di Scampia: ex camorrista, dopo l’esperienza carceraria e una potente conversione religiosa, Davide è tornato a Scampia ha deciso di mettere in campo la sua “uota di responsabilità” fondando una ludoteca. L’albero delle storie è un’associazione dove i bambini imparano a rapportarsi con l’altro e con ciò che li circonda. 

Link all’articolo di @Marta Schiavone 

Sito web del progetto

900 Giovani, progettare la cultura per una città a misura di giovane. Un gruppo di ragazzi visionari ed entusiasti ha creato un progetto per promuovere la partecipazione giovanile e la progettazione di eventi culturali e iniziative nella città di Torino. Il loro motto? “vivi e progetta la cultura!”.

Link all’articolo di @Elisa Lacicerchia 

Sito Web del progetto 

Seguiteci per non perdervi neppure una puntata e recensite il Podcast, così potremo migliorare di puntata in puntata! Se volete, scriveteci anche su instagram a @ilpolopositivo: lasciateci proposte, domande e spunti. Ne parleremo nelle prossime puntare.

Potete ascoltare il podcast qui sul sito oppure cercandolo su Spotify, Apple Podcast, Overcast, Anchor, Breaker, Pocket Casts, Radio Publc e su Google Podcast.

Podcast#4; ModAFRICraft, L’ape a Pois (intervista), Rete Nazionale delle Donne in cammino

Nella puntata del mese di Maggio di Se Non Ora Quando – Il Podcast del Polo Positivo:


MAFRIC:
ModAFRICraft, la moda che fa bene: un’iniziativa imprenditoriale giovanile con l’obiettivo di avvicinare le persone al sistema della slow fashion e a riuscire a coinvolgere nella produzione dell’abbigliamento e degli accessori le micro realtà delle sartorie sociali sul territorio italiano che altrimenti avrebbero difficoltà a sostenersi
Link all’articolo di @Maddalena Fabbi 
Sito web del progetto

L’intervista ad Anna di “L’ape a pois”: ragazza genovese che gira la Liguria vendendo abiti batik e articoli balinesi a bordo della sua Apecar azzurra a pois. Tramite il suo profilo instagram ci permette di apprezzare il lavoro dietro la realizzazione del singolo prodotto facendoci scoprire tutte le tecniche e le persone che li realizzano.
pagina IG del “L’ape a pois”

Rete Nazionale delle Donne in Cammino: un progetto di promozione dell’empowermentfemminile attraverso il camminare che si racconta su una pagina Facebook, in cui donne di ogni età e provenienza si incontrano virtualmente per confrontarsi su temi relativi ai cammini.
Link all’articolo di @Adele De Pasquale
Link al pagina fb

Eventi:

We Make Market
: 12 Giugno 2020

Leggi Per Me

Seguiteci per non perdervi neppure una puntata e recensite il Podcast, così potremo migliorare di puntata in puntata!
Se volete, scriveteci anche su instagram a @ilpolopositivo: lasciateci proposte, domande, spunti. Ne parleremo nelle prossime puntate.

Potete ascoltare il podcast qui sul sito oppure cercandolo su Spotify, Apple Podcast, Overcast, Anchor, Breaker, Pocket Casts, Radio Public e su Google Podcast.

Dedica di Lucio Leoni

Certe frasi almeno una volta nella vita le abbiamo sentite tutti.

‘Come ti sei fatto grande’, con le sue varianti che si portano dietro un po’ di autostima extra ‘Come ti sei fatto bello’ o ‘Come ti sei fatto alto’, è tipicamente associata alla nonna ma si può generalizzare.

C’è poi tutta la vasta gamma di intercalari che segnano l’inesperienza. Tra i tanti si può semplificare in ‘Ne hai di [cose non meglio precisate] da [verbo all’infinito associato alle cose di prima] prima di poter fare ciò che vorresti fare’. 

E poi si arriva a ‘Hai tutta la vita davanti’. Pronunciata, magari con una punta d’invidia, per stemperare scontri o confronti spesso generazionali. Di quelle che non vogliono concedere replica.

Ma che succede quando quella frase non ce la sentiamo più dire?

Ascoltare Dedica di Lucio Leoni è un’occasione per pensarci un po’ su.

Accorgersi di aver già fatto qualche scelta non significa abbandonarsi all’idea che ciò possa definire chi siamo e, soprattutto, vincolare. Modi di fare, risposte da dare.

Resta però qualcosa. Nel dubbio almeno la consapevolezza di ciò che non vogliamo essere.

Ma se ti guardi addosso vedi più di un difetto,

Ma la tristezza ti da una luce perfetta. 

A volte emerge pure qualcos’altro.

Un retrogusto. Un lontano sentore. È la sensazione che certe ‘scelte’, pure quelle clamorosamente ‘sbagliate’ continuino a lasciare messaggi lungo la strada come nella favola di Pollicino. Per farci tornare a ragionare e riprendere questioni magari lasciate lì abbozzate. 

Come rileggere dopo anni le dediche fatte sul diario di scuola e meravigliarsi associando le frasi alle persone per come le conosciamo oggi. 

e adesso che siamo fuori pericolo guardiamo indietro cercando il futuro

Siamo cambiati, siamo cresciuti, ci riscopriamo diversi e in fondo va bene così. 

Stefano Cavassa

© Credit immagini: photo by John Baker su Unsplash.com