Archivi categoria: Polo Eventi

‘Il coraggio di cambiare, riflessioni per una rivoluzione positiva’ Appuntamento.2

 

‘Il coraggio di cambiare, riflessioni per una rivoluzione positiva’ un dibattito online con quattro esperti di quattro ambiti diversi, motivati a condividere e discutere una visione positiva sul cambiamento.
Rendiamo questa crisi un’opportunità!
Con:

 

Alessandro Mele, è direttore generale di Cometa, una realtà sociale di Como che si occupa di minori e famiglia attraverso l’accoglienza, l’educazione, la formazione ed il lavoro. E’ inoltre Segretario Generale della Fondazione Its del Turismo e dell’ospitalità di Cernobbio (Co) e presidente dell’Associazione Rete Fondazioni Its Italia.

Roberto Mancini, insegna Filosofia Teoretica presso l’Università di Macerata. Ha insegnato Culture della sostenibilità presso l’Accademia di Architettura di Mendrisio. È stato membro del Direttivo dell’Università per la Pace delle Marche, per la quale è responsabile della Scuola di Altra Economia. Svolge i seminari di “Officina del pensiero critico” presso il Master EMBA dell’Università LUISS di Roma.

Grazia Mannozzi insegna Diritto penale e Giustizia riparativa e mediazione penale all’Università degli Studi dell’Insubria, dove è direttore del Centro studi sulla giustizia riparativa e la mediazione. Tra i suoi libri: «La giustizia senza spada» (Giuffrè, 2003).

Andrea Di Stefano, giornalista e autore radiofonico, direttore responsabile del mensile di finanza etica e economia sociale e sostenibilità Valori, collabora con Rainews 24, Repubblica. Presidente dell’Associazione Consorzio Cantiere Cuccagna, Presidente del Comitato scientifico dell’Associazione Economia e Sostenibilità.

Il nostro conduttore Giuseppe Lorenzetti.

‘Il coraggio di cambiare, riflessioni per una rivoluzione positiva’ Appuntamento.1

‘Il coraggio di cambiare, riflessioni per una rivoluzione positiva’ un dibattito online con quattro esperti di quattro ambiti diversi, motivati a condividere e discutere una visione positiva sul cambiamento.
Rendiamo questa crisi un’opportunità!
Con:

Paolo Barberi, Professore associato di Agronomia e Coltivazioni Erbacee, è stato coordinatore del Dottorato in agrobiodiversità pressola Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. E’ vice-Presidente di Agroecology Europe, già presidente della European Weed Research Society.

Carlo Alfredo Clerici, Medico specialista in psicologia clinica, psicoterapeuta. Lavora presso l’Istituto dei Tumori di Milano e come ricercatore confermato presso l’Università degli Studi di Milano. Studia l’adattamento psichico alle malattie organiche, in particolare in oncologia pediatrica.

Marco Dotti, Giornalista, scrive per il magazine VITA dove si occupa di etica delle nuove professioni e del digitale. Insegna Professioni dell’editoria al Corso di Laurea Magistrale in Comunicazione Professionale dei Media dell’Università di Pavia.

Arnoldo Mosca Mondadori, poeta, scrittore ed editore. Ha curato l’opera mistica di Alda Merini. E’ presidente dell’orchestra dei popoli Vittorio Baldoni. E’ stato presidente del conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. Ha ricoperto numerosi incarichi nel mondo no-profit, tra cui quello di segretario generale della Fondazione D’Intino. Il suo ultimo libro è “Il farmaco dell’immortalità. Dialogo sulla vita e l’Eucarestia”, edito da Morcelliana.

Il nostro conduttore Giuseppe Lorenzetti.

Clean-up del Parco di Rogoredo: noi ci saremo, e voi?

È ora di tornare in pista per il Polo Positivo! 

Capita quasi tutti i giorni di imbatterci in notizie che sembrano infinitamente più grandi delle nostre capacità di porvi rimedio. Oggi invece potete leggere di un’iniziativa che permette a tutti noi di mettere il naso fuori dalla porta e fare la propria, seppur piccola, parte.  Abbiamo deciso di scendere nuovamente in campo, insieme a Worldrise e Simbio, per una giornata di pulizia del Parco di Rogoredo, meglio conosciuto come il ‘Boschetto della droga’ a Milano. Questa realtà torna ciclicamente a far parlare tristemente di sé ed è proprio una di quelle tematiche su cui facilmente si pensa che intervenire sia responsabilità di altri.

Il lavoro di Italia Nostra ci insegna invece che Rogoredo riguarda tutti noi. Da due anni l’associazione lavora per conto del Comune di Milano alla riqualificazione dell’intera area che si estende per trentacinque ettari all’interno del Parco agricolo Sud, essenziale polmone verde di Milano. 

d7d8c7_6df6110287234323a672657163f4ebdc_mv2_d_1600_1200_s_2.jpg

Il loro principale obiettivo è quello di ridare il parco ai cittadini perché questo possa essere quotidianamente utilizzato in sicurezza. La zona è stata per anni completamente abbandonata e usata come discarica a cielo aperto. Questo stato di degrado del luogo è proprio ciò che l’ha reso il posto ideale per lo spaccio che oggi ha raggiunto numeri estremamente drammatici. L’idea cardine del lavoro di Italia Nostra è quindi quella di ripartire proprio dal territorio ripulendolo da tutta la spazzatura accumulata in modo da ridarlo in mano ai cittadini. Sono diverse le novità e iniziative che sono già sorte nel Parco, come una nuova pista da mountain bike o l’organizzazione di giornate di fattoria didattica con un pastore. 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ma c’è ancora da fare e per questo abbiamo deciso di sporcarci le mani anche noi!

Per tutti quelli che vogliano unirsi all’iniziativa, la pulizia si terrà domenica 20 ottobre alle 9.00 al parco di Rogoredo muniti di scarpe comode, pantaloni lunghi e guanti. Maggiori dettagli sul luogo esatto di ritrovo verranno dati a breve quindi non perdete di vista la nostra pagina Facebook. 

Vi aspettiamo numerosi!

Viola Marchi

© Credit immagini: link + link + link  & courtesy Gruppo Scout Milano 45

Beach Clean Up: un anno dopo torniamo a Sturla per ripulirla dai rifiuti

La soddisfazione e l’adrenalina ci scorrono ancora nelle vene dopo la pulizia della spiaggia di Sturla che si è svolta ieri a Genova. 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Come vi abbiamo raccontato nelle ultime settimane, Il Polo Positivo insieme alle associazioni Surfrider, Worldrise, Cittadini Sostenibili, Zena Netta, Greenpeace e Fridays for Future, ha unito le forze per realizzare questo evento di sensibilizzazione al rispetto delle nostre terre e dell’ambiente in cui viviamo. 

La reazione del pubblico è stata fantastica! Centinaia di persone si sono riunite, pur essendo domenica mattina e soffiasse un vento burrascoso, armate di guanti e sacchetti per dare il loro contributo a ripulire la sabbia da plastica, cartacce, ferraglia e mozziconi di sigaretta. 

PHOTO-2019-05-12-19-50-17 (1).jpg

Agendo in squadre e per zone, abbiamo raccolto decine e decine di chili di oggetti, che sono stati in seguito smistati su teloni, ognuno dedicato alla singola tipologia di rifiuto.

Ci sono sicuramente state delle sorprese: tra i numeri più curiosi citiamo ben dodici scarpe trovate e circa millecinquecento pezzettini di tessuto.

Tasto dolente che ci ha fatto riflettere sono stati i mozziconi di sigaretta recuperati: seimila trecentoventisette, un numero spaventoso pensando che la raccolta è durata solo un’ora e mezza ed era dedicata ad una spiaggia di circa un chilometro.

PHOTO-2019-05-12-19-50-17.jpg

I sorrisi dei nostri eroi volontari che tornavano a casa vincenti dopo aver dato il loro contributo all’evento ci hanno riempito di gioia e saranno stimolo a proseguire con iniziative sul tema. 

Ringraziamo di cuore tutti i partecipanti: seguiteci sempre sui nostri canali perché il prossimo evento è sempre dietro l’angolo! 

Giulia V.

© Credit immagini: Courtesy di Giulia Verrini, Paola Bet, Pier Luigi Mariotti e Sofia Di Martino.

Aspettando la pulizia della spiaggia… vi (ri)presentiamo Worldrise

Worldrise. Vi suona? Se siete tra i nostri più attenti follower, sicuramente avrete sentito parlare di loro! Sono stati protagonisti del nostro primo PoloMeets, insieme ad altre associazioni. Inoltre abbiamo scritto sul loro progetto TargetPlasticFree, sulla loro iniziativa Seastainable Seafood Guide, e abbiamo organizzato con loro un flashmob! La loro missione infatti è proprio quella di tutelare e valorizzare l’ambiente marino attraverso iniziative per lo sviluppo sostenibile, come la sensibilizzazione per i giovani e per la loro crescita professionale. We act for Nature! è il loro motto, e hanno a cuore la formazione di futuri custodi del patrimonio naturalistico italiano.

Ma ecco le loro risposte alla nostra intervista!

worldrise4

  1. Perché partecipate a questo evento e cosa significa per voi?

«Worldrise ONLUS ha nella sua mission la protezione e conservazione dell’ambiente marino. Azioni concrete come l’evento di pulizia della spiaggia del 12 maggio, rientrano tra gli eventi di sensibilizzazione e partecipazione che organizziamo tutto l’anno e a cui amiamo prendere parte. Inoltre, farlo con altre realtà associative a Genova, una delle città in cui operiamo e siamo cresciuti, ci maggiore entusiasmo. La pulizia della spiaggia è sempre un’ottima occasione che unisce un’azione utile ad un momento di condivisione di valori comuni. È indispensabile, anzi urgente, sensibilizzare le persone verso il problema della plastica in mare e non c’è modo migliorare per prendere coscienza del problema di toccarlo con mano!»

worldrise3.jpg

  1. Avete già fatto altri eventi di questo tipo? Se sì, quali? Se no, che tipo di eventi fate di solito?

«Organizziamo spesso eventi di pulizia delle spiagge sia attraverso il nostro progetto didattico nelle scuole, #Batti5, che con eventi pubblici. Grazie al progetto #Batti5 con i bambini, ci siamo resi conto dell’importanza che svolge la raccolta dei rifiuti in spiaggia nel creare consapevolezza nelle persone, riuscendo ad innescare dei cambiamenti nella vita di tutti i giorni. Le campagne plastic free sono alla base di molti altri nostri progetti e iniziative, ci auguriamo che, anche dopo il 12 maggio, nuove persone si impegnino a fronteggiare il problema della plastica in mare, con semplici accorgimenti nei gesti quotidiani».

worldrise1.jpg

  1. Quali obiettivi/progetti ambientali avete a breve-medio termine?

«Attualmente stiamo lavorando al nuovo progetto No plastic More Fun-Milano #TargetPlasticFree, una rete di locali che si impegna a non servire plastica monouso ai propri clienti. Il progetto è già attivo a Genova, ma a Milano vedrà protagonisti i locali della vita notturni quali discoteche e club.  No plastic More fun sarà inaugurato ufficialmente sabato 4 maggio con un evento Notte Blu – il mare inizia da qui, che si svolgerà in alcuni dei locali della rete. Speriamo che sempre più locali, città, persone, seguano l’esempio impegnandosi ad eliminare la plastica monouso dalla loro vita».

Ringraziamo molto la collaborazione di Silvia O.

Anna V.

© Credit immagini: link + link + link + link