La mia natura è resistere (Troppo facile amarti in vacanza)

Preferisci ascoltare la notizia? Trovi il podcast in fondo all’articolo!

Troppo facile amarti in vacanza è il terzo romanzo grafico scritto da Giacomo ‘Keison’ Bevilacqua, pubblicato da BAO Publishing a maggio 2021.

Giacomo Bevilacqua

Racconta la storia di Linda B. e del suo cane Follia, che insieme decidono di abbandonare il proprio paese perché non è più il loro. 

E quando ti accorgi di non appartenere più a quella che hai sempre chiamato casa, non puoi far altro che andartene, a piedi, un passo dopo l’altro, «che quando si fugge da ciò che si amava, si fugge sempre lentamente».

Partendo da Roma il suo viaggio la porterà fino al confine dell’Italia. 

Un viaggio in sette capitoli. Ciascuno accompagnato da un brano musicale che l’autore ci consiglia di ascoltare mentre sfogliamo le pagine del libro, per aiutare a immergerci nelle atmosfere che riesce a costruire. Per aiutare a immedesimarsi nei pensieri di Linda. Per capire, qualora ce ne fosse ancora bisogno, cosa si nasconde dietro questa sua fuga

Sette saranno anche gli incontri che la ragazza farà durante questo cammino, così come sette sono i peccati capitali, incarnati da queste figure, al limite del grottesco, capaci di prendere gli aspetti più terrificanti della società di oggi e di portarli all’estremo, apparendo però, purtroppo, sempre fin troppo reali.

Come in un moderno Piccolo Principe ciascuno di loro la aiuterà a capire cosa vorrebbe provare a combattere.

Solo con l’ultimo di questi incontri, aiutata anche dalla presenza di Aman, personaggio etereo, l’unico forse ad apparire veramente positivo all’interno del romanzo, Linda riuscirà finalmente a fermarsi da questo suo incessante peregrinare e, volgendo lo sguardo a ciò che si stava lasciando alle spalle, a capire da cosa stava realmente fuggendo

Linda è una sorta di eroe epico, a metà fra Ulisse, in viaggio per ritrovare se stesso, e Don Chisciotte, in eterna lotta contro i mulini a vento. Ma Linda è soprattutto un essere umano, piena di contraddizioni e debolezze, che vorrebbe cambiare il mondo senza sapere da che parte iniziare. 

E Linda siamo anche noi, che a volte ci sentiamo di vivere in un mondo desolato, che non sentiamo più come nostro, e da cui vorremmo solo fuggire

E allora non ci resta altro che metterci in cammino, un passo dopo l’altro, e incominciare a cercare. «Cercare cosa?»

«Le ragioni per tornare»

E, infine, provare a esistere, perché la nostra natura è resistere

Francesco Castiglioni

© Credit immagini: link + link + link + link + link

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.