Il viaggio di Sevag

Un balzo è bastato

Con smisurato coraggio

Nella nebbia di me stesso.

Trovai con mano esitante

L’amara verità

D’un mondo inospitale,

Dove per avanzare

Non hai che te stesso.

Ho colto il meccanismo

Di questa ardua strada,

Cogliendo mani

Che con sollievo

Si rivelarono amiche,

E gettando fiducia

Come fosse moneta.

La nebbia mi copre ormai le spalle

E tra le innumerevoli porte

Col tempo attraversate,

Ho scoperto la più dura,

Quella della vita.

Ho girato la chiave

Spalancando sia braccia che porta.

Con un tintinnio di piacere

Mi capisco ora maturo.

Sevag dal Medioriente e Poesie Erranti

© Credit immagini: Courtesy Poesie Erranti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.