Quadri quasi d’amore

Preferisci ascoltare la notizia? Trovi il podcast in fondo all’articolo!

Carissimi lettori, quella che segue non vuole in alcun modo essere una brutta lezione di storia dell’arte o un racconto con troppa attinenza alla realtà. 
Le prossime righe vogliono semplicemente tentare di rendere omaggio, attraverso tre dei suoi dipinti, all’amore del pittore Marc Chagall e di sua moglie Bella Rosenfeld
Un amore sognato a occhi aperti, voluto e trovato. 
Perciò vi chiedo, per favore, di approcciarvi a questa lettura come farebbe un bambino di fronte a una favola, senza farvi troppe domande se qualcosa appare troppo strano o avvolto da un alone magico. 
Perché, come ci insegna Chagall, a volte per trovare la magia basta saperla cercare.

Marc Chagall e Bella Rosenfeld

I due si incontrano per la prima volta a San Pietroburgo, nel 1909. Lui giovane artista di belle speranze, lei studentessa brillante, aspirante scrittrice, con la pelle d’avorio e gli occhi neri. È amore a prima vista: a quel primo incontro ne seguono altri, nella cittadina di Vitebsk, in Bielorussia. 
Un anno dopo Chagall decide di trasferirsi a Parigi per inseguire la sua arte, ma non si dimenticherà mai di Bella, dalla quale farà ritorno nel 1915, per poterla finalmente sposare
Ed è qui che la nostra favola inizia ufficialmente.

Il Compleanno – Marc Chagall

È il giorno del compleanno di Marc e Bella sta decorando casa con dei fiori, l’artista vedendola si ferma improvvisamente dal dipingere, e volando a mezz’aria, la bacia. 
La posizione che assume, nel compiere questo gesto, sembrerebbe impossibile, se non fosse che in questo momento ci troviamo in una dimensione che trascende la realtà. Iniziamo ad avvicinarci al sogno. Tutto in questo istante appare perfetto, ogni dettaglio che Chagall dipinge riesce a esprimere la felicità che prova in quel momento. 
La finestra davanti ai due è aperta, e da lì decidono di uscire a passeggiare per le strade di Vitebsk.

La Passeggiata – Marc Chagall

Entrambi sono al settimo cielo, dai loro volti non traspare altro che gioia. Ai loro piedi una tovaglia da picnic, alle spalle una città che appare sempre più indefinita, meno importante, perché ciò che conta in quel momento sono solo loro, le uniche figure a colori in un mondo vago e indistinto. Bella non riesce nemmeno più a restare ancorata al suolo e si alza in volo, tenendo per mano il marito, invitandolo a salire insieme a lei.

Sopra la città – Marc Chagall

E, insieme, iniziano a volare. Abbracciati. Sopra la città che ha visto nascere la loro storia. E in seguito li ha visti amarsi. 
Il sogno si è finalmente avverato. La realtà non esiste più. Esiste solo Bella. Ed esiste solo Marc. E la magia che assieme sanno creare. In cui hanno scelto di vivere. 

Giunti a questo punto tocca a voi fare una scelta. Se volete sapere come è continuata la vita del pittore Marc Chagall e della scrittrice Bella Rosenfeld, vi basterà digitare i loro nomi su internet. Se invece volete continuare a vivere questo sogno assieme a loro, sarà sufficiente tornare a chiudere gli occhi

Francesco Castiglioni

© Credit immagini: link + link + link + link + link

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.