I Loren cantano le gesta di una generazione indefinita, lasciando a chi ascolta il compito di immedesimarsi, ritrovarsi e, in definitiva, esorcizzare il proprio futuro con buona pace del passato. Il ‘noi’ a cui i Loren si rivolgono nella loro canzone Ci salveremo tutti profuma di riscatto e di rivalsa. Ha le sembianze di un mantra che tende alla socialità.

Si parla di chi è sottovalutato, di chi è pervaso dalla voglia di scappare. Il pezzo dei Loren è un inno a restare, a trovare il proprio posto.

Screenshot 2018-12-03 at 22.14.04.png

Si parte dalla coscienza di sé (i ricordi belli, la strada che sappiamo a memoria) e dalla necessità di mettersi in discussione (abbiamo bisogno di silenzio e di qualcuno che ci porti fuori strada) per alimentare la forza del cambiamento. La riscossa. Perché non si possono fare discorsi nuovi con parole vecchie.

La canzone sembra un immaginario dialogo. Due amici si ritrovano e uno dei due vuol cambiare vita, si sente affogare (mi dici spesso non riesco e comunque sarà tutto diverso). Ha bisogno del conforto, di qualcuno che [lo] porti fuori strada.

L’obiettivo è quello di cancellare la [tua] voglia di scappare. La risposta, ovviamente, non può essere netta, ma così il mantra del pezzo acquisisce un significato più chiaro.

Allora cosa siamo? Siamo il rapporto col prossimo. Siamo i legami che cambiano in continuazione. Siamo le naturali reazioni a quelle stesse relazioni. E lo siamo nonostante la quotidianità (siamo più della città che va sempre di corsa).

Tramonta il costante senso di inadeguatezza.

Screenshot 2018-12-03 at 22.14.22.png

Ricordarlo, però, costa qualcosa. Vale dei sensi di colpa e delle scuse quando è troppo tardi.

Montagne russe, insomma. Nelle quali, però, non si è soli. Non si può procedere con in faccia l’orizzonte sentendosi soli e traditi. Bisogna chiedere aiuto.

Basterebbe solamente ti voltassi.

Stefano C.

© Credit immagini: link + link + link

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...