Archivi tag: Raposa Serra do Sol

La missione di Joênia Wapichana, la prima deputata indigena brasiliana

Joênia Wapichana nasce nel 1974 in un remoto villaggio dell’Amazzonia, il suo nome lo deve in parte a un prete che la chiamò Joênia Batista de Carvalho e in parte alla sua origine indigena. Si riconosce in entrambi i nomi, infatti si fa chiamare Joênia Wapichana. A otto anni si trasferisce  con la madre a Boa Vista, in cerca di opportunità economiche. Qui completa gli studi in legge e nel 1997 si laurea: è la prima donna indigena e avvocato in Brasile.

foto 3.jpg

Sicuramente una donna di grandi primati: oggi è la prima deputata indigena brasiliana a far parte del Congresso. La sua missione è difendere i diritti degli indigeni, che oggi vede minacciati.

Nel 2018 ha ottenuto il Premio dell’Onu Human Right grazie all’impegno nel difendere gli indigeni che vivono nel nord del Brasile (più precisamente a Raposa Serra do Sol) dalle pressioni e violenze degli interessi economici delle lobby agricole. Lo stesso premio è stato assegnato in passato a personalità come Martin Luther King e Nelson Mandela.

«Quando difendiamo le terre degli indigeni, non stiamo solo proteggendo i nativi. Le riserve sono terreni pubblici. Stiamo discutendo di costruire miniere sui territori dei nativi come unica possibilità di salvare l’economia del paese ma non è vero. Dobbiamo trovare insieme soluzioni più sostenibili».

Trovo la sua missione e le sue parole più che mai attuali, rimettono in campo principi essenziali, i diritti umani, che oggi spesso, dimenticandone l’importanza, finiamo per confondere: «O si combatte per i diritti umani della propria gente, o si perde tutto, io porto questo principio sempre con me. Non si può rinunciare».

Vi invito a dare un’occhiata al video, a diffondere, raccontare e condividere questa missione!

Valeria Molinari

© Credit immagini: link + link