Resti o vai?

Siamo a Coriano, in Emilia Romagna. Qui l’associazione Giovanni XXIII sta svolgendo un esperimento sociale di dimensioni notevoli: un carcere innovativo, senza celle né carcerieri, sul modello delle comunità Apac (associazioni di protezione e assistenza ai carcerati) brasiliane.

È proprio in Brasile, infatti, che è nata questa forma alternativa di detenzione. Le Apac sono gestite da privati organizzati, in modo tale da far risparmiare lo Stato e si sono rivelate talmente efficaci in termini di riduzione delle recidive e recupero dei rei da portare l’ONU a definirle il più efficace metodo di recupero al mondo.

foto 1.jpg

Qui in Italia, invece, all’interno della cec (comunità educante con i carcerati) di Coriano sono presenti solo condannati ammessi a pene alternative o imputati in attesa di giudizio, che sono liberi di andarsene quando vogliono dal momento che non vi sono recinzioni né carcerieri. Gli ospiti della comunità vengono chiamati recuperandi, proprio per sottolineare lo scopo principale del progetto: riscattare, reintegrare, consapevolizzare.

I detenuti prendono coscienza dei propri errori, attraverso dialoghi con i volontari della comunità e riunioni di gruppo che si svolgono quotidianamente, lavorano fianco a fianco, chi in cucina, chi nell’orto, e ottengono dei voti per le loro prestazioni. A fine settimana chi ha ottenuto la valutazione più bassa lava i piatti.

Le cec (‘Le’ perché sono presenti altre cec in Emilia Romagna, Toscana e Puglia) registrano risultati più che incoraggianti: se dopo il carcere il tasso di recidiva è del 70%, dopo un periodo di detenzione in cec lo stesso tasso si attesta sul 20%, tanto che dopo il servizio svolto dalle Iene il ministro degli interni Matteo Salvini si è detto interessato.

Ecco un ennesimo esempio di umanità che funziona, di integrazione e reintegrazione. In fondo, a volte, è bene ricordare le parole di don Oreste Benzi: «l’uomo non è il suo errore».

Daniela R.

© Credit immagini: link + link

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.