Città di spugna contro gli allagamenti

La Cina, dopo l’allagamento di Beijing nel 2012, decide di attuare nuovi piani per la prevenzione degli allagamenti. Nasce così nel 2015 il progetto ‘sponge city’, ovvero ‘città spugna’, che mira a ristabilire l’equilibrio idrogeologico.

5.jpg

Il progetto prevede una ristrutturazione sostanziale, che inizia con la conservazione e il ripristino, ove possibile, dei percorsi d’acqua interrotti da infrastrutture. Successivamente, si mira a incrementare la permeabilità delle città cinesi, che sono tra le più asfaltate al mondo, sostituendo il cemento con pavimentazioni che permettono all’acqua di penetrare nel terreno. Il progetto, inoltre, prevede la costruzione di aree naturali, che permetterebbero all’acqua di penetrare nelle falde, come parchi e laghi adibiti alla raccolta dell’acqua piovana. Anche i palazzi e i grattacieli potranno avere una funzione ‘spugna’, grazie a terrazze coltivate e a vasche per raccogliere l’acqua piovana con un sistema di cisterne.

Inizialmente il progetto coinvolgeva sedici città e poi ci si è allargati a trenta.  L’obiettivo del 2020 è che il 20% di queste città siano attrezzate in funzione del raccoglimento d’acqua, così da convogliare circa il 70% dell’acqua piovana, depurarla e reimmetterla negli acquedotti, riducendo i rischi di allagamento e facilitando i periodi di siccità.  

4.jpg

Si tratta di un obiettivo decisamente ambizioso, considerate le difficoltà che questo progetto sta incontrando: le direttive non tengono conto delle differenze che esistono tra le varie città cinesi e la difficoltà a reperire fondi – il governo cinese finanzia soltanto il 50% dei costi.

Questo progetto, nato da un bisogno di tipo ambientale, è andato oltre: introduce una prospettiva di città che ritorna ad adattarsi all’idrogeologia dell’ambiente, salvaguardandone l’elemento ‘natura’.

Giovanni M.

© Credit immagini: link + link

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.