È stato inaugurato il 26 settembre a Pavia il quarto negozio di HUMANA Vintage che si aggiunge a quelli di Milano, Torino e Roma, oltre ai due HUMANA Second Hand di Torino e Roma.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Non sono dei negozi come tanti altri e lo si può capire nel momento in cui ci si entra. Gli arredi sono tutti di recupero e alle pareti si può leggere ‘agricoltura sostenibile’, ‘tutela ambientale e riutilizzo’, ‘istruzione’ e così via…

La catena di negozi HUMANA, infatti, è parte di un progetto più grande che è HUMANA People to People Italia ONLUS che a sua volta è membro della Federazione Internazionale HUMANA People to People. Il proposito portato avanti in Italia e in altri quarantacinque paesi è quello di realizzare progetti di sviluppo nei paesi del Sud del mondo.

Screen Shot 2018-09-30 at 18.32.36.png

HUMANA Italia, in particolare, dal 1998, oltre a raccogliere indumenti usati, organizza iniziative di sensibilizzazione e raccolta fondi, propone vacanze solidali, realizza programmi per le scuole e partnership con le aziende e propone inoltre il sostegno a distanza di bambini orfani di Zambia e Mozambico.

Ma tornando ai negozi di abiti vintage e di seconda mano di HUMANA: la catena virtuosa di cui fanno parte comincia con la donazione di propri abiti, affinché vengano raccolti e smistati, andando nei paesi dove ce n’è bisogno, oppure, se inadatti, suddivisi ulteriormente tra i vari negozi di HUMANA Second Hand. Solo nel 2016 sono stati ricavati 1,4 milioni di euro destinati a cinquantatré progetti di sviluppo per l’Africa.

foto 3.jpg

Notevole è anche l’impatto ambientale: acquistando abiti vintage e di seconda mano, invece che capi nuovi, vengono risparmiate grandi quantità di acqua (122,1 miliardi di litri nel 2016) e si evita l’utilizzo di pesticidi e fertilizzanti.

Di non minore importanza è l’impatto positivo sul territorio in termini lavorativi e la sensibilizzazione del consumatore sull’importanza del riutilizzo.

foto 4.jpg

Quindi, chiunque sia alla ricerca di un abito nuovo, magari anche un po’ retrò, ora sa dove andare a cercare e saprà anche il valore (non solo economico) che ha il suo acquisto.

 

 

 

Aloisia M.

© Credit immagini: courtesy ufficio stampa + link + link

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...