Ti è mai capitato di partire per le vacanze e avere il frigo con qualche avanzo fresco che sarebbe scaduto nel frattempo? Hai mai pensato a cosa succede al supermercato quando il prodotto scade o quando le fragole non sono piu del loro rosso brillante, perfette per essere vendute?

Ho lavorato a Londra per qualche mese in un’agenzia di staff occasionale, partecipando a eventi di grandi aziende, feste private e servendo cibo stellato alle partite del Chelsea in Champions League. Ho visto ogni giorno tanti tegami di cibo avanzato, neanche toccato, venir gettati nella spazzatura. Ho chiesto perché non si potessero dare via quei tegami alle associazioni di volontariato e mi è stato risposto che esistono ferree regole di Hygiene and Food Safety Regulations che non lo permettono.

Screen Shot 2018-04-15 at 20.50.49.png

Ogni giorno vengono sprecate tonnellate di cibo che potrebbero invece essere riutilizzate in casa da privati o donate a chi ne ha bisogno per strada. Nasce cosi l’idea di Olio, The Food Sharing Revolution. Olio è un portale che connette gli abitanti dei vari quartieri con i negozi locali per distribuire il cibo avanzato senza sprechi. Attraverso l’app, tutti – privati e non – possono collegarsi e condividere le cose che hanno, che sia una pagnotta, un tegame di dolcetti o uno shampoo che non si usa più. Grazie alla sua catena di volontari gli avanzi vengono poi distribuiti.

La missione di Olio si può riassumere in «più condivisione e niente più sprechi»!

Giulia S.

© Credit immagini: link + link

SaveSaveSaveSave