Il tema della sostenibilità è ormai tra i più trattati: dalle pagine dei giornali, ai discorsi dei politici, alle grandi organizzazioni e multinazionali, tutti sembrano interessati all’argomento. Ma può ciascuno di noi, nel suo piccolo, fare qualcosa?

Noi vi proponiamo un modo originale per fare la differenza: adottare un albero.

Quando accedi al sito di Biorfarm ti sembra di essere su una classica pagina e-commerce di acquisti: la preferenza non si effettua però tra un prodotto tecnologico ed un paio di scarpe ma tra diversi alberi da frutto. Albicocca Pellecchiella, arancia Navelina, mela Renetta, sono solo alcune delle decine di varietà tra cui scegliere. Si tratta di alberi bio di cui si potrà decidere la posizione nel campo, il nome e la quantità di frutta da ritirare.

biorfarm 1.jpg

Ed è qui che sta il bello: non solo si adotta simbolicamente un albero per aiutare e supportare piccoli agricoltori locali, ma si riceveranno anche concretamente pere, clementine o olive in base alla varietà da noi selezionata. Ovunque ti trovi inoltre potrai monitorare la coltivazione biologica dei tuoi alberi e la crescita dei tuoi frutti.

Si tratta dunque di una realtà a filiera cortissima, dal produttore al consumatore, estremamente in contrasto con quella a cui siamo abituati, che vede protagonisti grossisti, centrali di acquisto e supermercati.

Diamo la possibilità a queste proposte originali di diffondersi il più possibile: fanno bene a noi e all’ambiente, lati negativi non se ne trovano proprio. 

Giulia V.

© Credit immagini: link + link