A volte ci penso. Forse il mio primo mozzicone di sigaretta è ancora là fuori da qualche parte che cerca di decomporsi e non ci riesce. Non ci riesce perché ci vogliono dai 5 ai 12 anni per farlo. Un’impresa ardua per un piccolo mozzicone di sigaretta apparentemente innocuo. Tuttavia, qualcuno, dall’azzurra e verde Liguria, ha pensato a una soluzione per risolvere questo problema, aiutando il nostro mozzicone di sigaretta a decomporsi in maniera utile. Si tratta di Xavier Ferrari e Fabio Corradi, che hanno concepito un modo per produrre fertilizzanti e vernici a partire dai tanto odiati mozziconi di sigarette.
Screen Shot 2017-12-17 at 18.45.17.png

Il progetto, chiamato Eco2Logic, è stato presentato alla quinta edizione di StarCup Liguria 2017 e si è guadagnato il primo posto nella categoria Cleantech & Energy. Il progetto si basa sul trasformare il carbonio non minerale, così come altri componenti chimici e inquinanti presenti nei mozziconi, in materiale vendibile e fruibile sul mercato. Tramite la tecnica di carbonizzazione idrotermale, dalle sigarette si ottiene del biocarbone riutilizzabile in diversi settori e si riducono, di conseguenza, le emissioni di CO2. Una tecnica innovativa, a basso impatto ambientale, che trasforma le sostanze nocive utilizzate per la fabbricazione di un semplice mozzicone di sigaretta in un bene utile, utilizzabile come materiale isolante o additivo per pitture e plastiche colorate. Una saggia opera di riciclaggio nel mondo dello spreco. La premiazione del progetto di Ferrari e Corradi è avvenuta durante l’ultima settimana di novembre, all’interno del Palazzo della Borsa di Genova. Per i quattro progetti vincitori, è stato previsto un percorso di incubazione gratuita e di tutoraggio, finalizzato alla creazione della loro impresa.

Screen Shot 2017-12-17 at 18.45.36.png

Una buona notizia questa, per chi come me, distrattamente, ha gettato tutti quei mozziconi a terra, senza dar peso a un gesto tanto banale, quanto dannoso per l’ambiente. Non è un modo per lavar via la colpa dalla propria coscienza, ma sicuramente sapere che nel mondo ci siano persone così capaci e coscienti del nostro peso sul Pianeta, fa splendere il Sole un po’ di più ogni giorno.

Allora vi ringrazio per aver sistemato anche i miei danni. Da domani starò più attenta, quanto basta.

Sara P.
(Una fumatrice).

 

 

© Credit immagini: Pinterest