Ognuno di noi ha un appuntamento settimanale o addirittura giornaliero con il proprio supermercato di fiducia. Soprattutto i giovani non sono più abituati ad acquistare nelle botteghe o nei piccoli negozi, desiderano infatti trovare tutto ciò di cui hanno bisogno in un unico luogo.

Questa mentalità è sicuramente volta al risparmio di tempo, ma è anche eco-friendly? La stragrande maggioranza di ciò che compriamo è avvolto in packaging di plastica: che siano sacchetti o confezioni, l’eccesso è sotto gli occhi di tutti!

Un primo passo per ridurre l’impatto di questi materiali è riciclare la plastica che accumuliamo, ma c’è chi ha già lo sguardo rivolto al futuro e sviluppa idee ancora più efficaci per l’ambiente: qualche settimana fa, ad Amsterdam, è stato inaugurato il primo supermercato plastic-free.

Screen Shot 2018-03-25 at 21.26.36.png

Proponendo più di settecento prodotti, dal riso allo yogurt e dalla carne alla frutta, l’offerta è uguale a quella degli altri punti vendita, ma con un valore aggiunto: tutto è impacchettato con un materiale che non inquina. Vengono utilizzati contenitori di origine vegetale e biodegradabile, oppure vetro o alluminio.

Alla base del progetto di questo supermercato innovativo, che appartiene al brand Ekoplaza, vi è l’idea promossa da A plastic Planet, un gruppo inglese che denuncia l’eccesso di plastica nelle nostre case e nei nostri oceani. Questo progetto vuole farci comprendere la contraddizione di fondo per cui un bene come il cibo, che in pochi giorni viene smaltito e consumato, è conservato all’interno di un materiale che rimane sulla terra per centinaia di anni.

Il prossimo viaggio ad Amsterdam, oltre alle solite tappe tradizionali, visitate anche questo supermercato, vetrina concreta su un futuro più green e sostenibile.

Giulia V.

© Credit immagini: link + link