Constancia, Respeto, Disciplina y Cariño (costanza, rispetto, disciplina e amore) sono parole chiave le cui prime lettere formano il nome Cordica 21.

Questa associazione venne fondata dal dott. José Rubén Ruíz Rodríguez una decina di anni fa in Messico. Si occupa di aiutare bambini e ragazzi con sindrome di down e lesioni cerebrali a integrarsi nella società, superando le difficoltà della vita quotidiana. La mission di Cordica 21 è infatti promuovere una società più giusta ed equa, dove tutti abbiano il diritto di esercitare le proprie abilità. Rompere le barriere stimolando l’integrazione e l’inserimento sociale.

Cordica 21 ha organizzato diverse attività. Una di queste è l’apertura di una caffetteria. Lì, i protagonisti sono i ragazzi dell’associazione, entusiasti di lavorare e pronti ad accogliere i clienti con un grande sorriso. L’obbiettivo è quello di accompagnarli in un cammino di indipendenza e autonomia, aiutandoli a scoprire le loro capacità affinché in un futuro siano pronti ad essere assunti in altri ambiti lavorativi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Non è tuttavia necessario spingersi tanto lontano per entrare in contatto con una realtà simile. La positività di questa iniziativa ha infatti attraversato l’Atlantico giungendo fino a noi. Nel 2015 nasce a Milano la cooperativa Baracca che ha come obiettivo proprio l’inserimento lavorativo di persone con disabilità intellettiva. Facendo una visita a Rab (corso San Gottardo, 41, Milano) si ha la possibilità di scoprire un luogo che è molto di più di un semplice bar: oltre alla presenza di camerieri con disabilità, spesso qui si tengono mostre ed eventi a sfondo culturale.

Queste iniziative, che si stanno diffondendo da un continente all’altro, sono un arricchimento non solo per i ragazzi con disabilità, ma per l’intera società. In questi luoghi vige infatti un’atmosfera di gioia, spensieratezza e spontaneità, i migliori dispositivi di promozione dell’integrazione sociale.

Anna V. & Isabella S.

© Credit immagini: gentilmente inviateci da “Cordica”.