Per inseguire la propria strada ci vogliono determinazione, sbagli, e tanta voglia di mettersi alla prova. Daniele, dopo tante idee, tanti lavoretti, sapeva che il suo destino non era legato ad una città, bellissima ma pur sempre caotica, come Genova. Sapeva che doveva fare dello sport e del contatto con la Natura la sua vita. Nel 2002 decide così di spostarsi nella magica terra sarda, per diventare maestro di windsurf nella scuola di Porto Pollo. Dopo che gli è stato consentito di innamorarsi profondamente di uno sport abbracciato dal mare e dal vento, ha sentito il bisogno di creare un suo spazio da riservare a ciò che ormai faceva parte di lui. Così, insieme a Ben, rinasce una scuola, già presente dal 1983, nel Golfo di Marinella, la Buenaonda. Una scuola di Vento e di Mare, come la definisce lui, in cui assieme al windsurf, alla vela, al sup e al catamarano si insegna anche l’amore per la Natura ed il suo rispetto, la condivisione e la crescita. La gestione della scuola, da lui e Ben, passa a lui ed Andrea, ed intanto la scuola ogni anno cresce, approdando ad un team di dieci ragazzi giovani, con tanta voglia di lavorare e di creare un ambiente ricco e genuino. Tutto ciò che aveva sempre desiderato, pian piano e con sacrifici, l’aveva ottenuto e, quando si imbocca la strada giusta e si apre il cuore per accogliere ciò che di buono può accadere, le cose belle arrivano. Così è successo a Daniele con lo yoga, grazie alla sua compagna Lucia e grazie al suo intimo desiderio di conoscersi, osservarsi e consentirsi il meraviglioso dono del cambiamento. Da qui nasce perciò una collaborazione, insieme a Lucia, con un team di insegnanti di yoga e di meditazione, fino a creare quella che da giugno è la scuola Sardinia Yoga Shala, volta, anche in questo caso, al rispetto di se stessi e di Madre Natura. Così, ancora una volta, i sogni sono di coloro che credono di poterli raggiungere, di chi è pronto ad accogliere a braccia aperte il consiglio del proprio cuore ed a realizzarlo con sudore e fatica. L’onda del cambiamento arriva per chi ha voglia di cavalcarla… magari su una tavola, e con una vela.

Carolina

© Credit immagini: link