“Together is better” la storia è ricca di esempi che ci dimostrano la verità di questo detto. Pensiamo alle mitiche coppie come Asterix e Obelix per il cinema, le sorelle Williams per il tennis  o Beyoncé e JAY Z nel canto. Questo detto vale anche in cucina.

Non stiamo parlando delle coppie d’oro come pane e Nutella, burro d’arachidi e marmellata o pane e salame, ma di cibi che, se assunti insieme, esaltano le loro proprietà nutrizionali.

Vediamone alcuni esempi, con cui sbizzarrirci in nuove ricette!

Il primo match speciale è tra pomodoro e avocado: i carotenoidi, nutrienti presenti in prodotti colorati di arancione o rosso come i pomodori, non vengono assorbiti dal corpo a meno che non si leghino a piccole quantità di grassi. Ecco perché è meglio assumere il licopene dei pomodori, che è appunto un carotenoide specializzato a combattere l’invecchiamento, in una ricca insalata insieme all’avocado.

Sempre rimanendo nel mondo vegetale, verdure come spinaci e bietole, ricche di ferro, risultano più assimilabili quando accoppiate con vitamina C.

Il mito del marinaio invincibile dopo una scatola di spinaci forse è stato inventato solo per rendere la vita più facile alle madri che volevano farli mangiare ai propri figli; vero o no,  per avere un sistema immunitario più forte ed un carico di energia, leghiamo spinaci o bietole, alimenti ricchi di ferro, condendoli con limone spremuto, alimento ricco di vitamina C, in modo che risulti più facile da assorbire per il nostro organismo.

Serve un’ispirazione per una bella macedonia? Mela e uva è la risposta! La quercitina infatti, un antiossidante presente nelle mele, quando si unisce alla catechina contenuta nell’uva, aumenta i suoi benefici creando una protezione contro i problemi al cuore e al sangue.

Per condire i nostri piatti invece, scegliamo le spezie, il cui utilizzo è incrementato negli ultimi anni poiché toccasana per la salute. Se da una parte permettono di limitare il consumo del sale, dall’altra sono veri e propri superfoods.

Come tutti i veri romantici anche loro hanno però bisogno di un partner per dare il meglio di loro stessi: la curcuma ad esempio, se dissociata dal pepe nero, non rende biodisponibile (cioè effettivamente assimilabile) la curcumina, sua componente fondamentale per proteggerci da infiammazioni.

Ricordiamoci quindi quando ci dilettiamo in cucina di questi piccoli trucchi per esaltare i nostri piatti con un pieno di gusto e di salute.

Giulia

© Credit immagini: link

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...